Come scegliere un contatore Geiger

Con così tanti contatori Geiger disponibili online, è facile confondersi confrontando specifiche e caratteristiche per soddisfare le tue esigenze. In primo luogo, chiediti: “perché vuoi acquistare un contatore Geiger e per cosa lo vuoi usare?” Le tue risposte a questa domanda perfezioneranno la tua ricerca di un modello che soddisferà al meglio le tue necessità.

A cosa serve un contatore Geiger?

Ecco alcuni tipici esempi di utilizzo di un rilevatore Geiger:

  • Effettuare controlli di sicurezza sui livelli di radiazione presenti nella propria abitazione, nel cibo, nell’acqua e nell’ambiente intorno a sè
  • Tenere sotto controllo i livelli di radioattività nel caso si viva in zone vicine a una centrale nucleare.
  • Effettuare verifiche di sicurezza da parte di addetti al primo soccorso, che necessitano di un contatore Geiger affidabile e preciso.
  • Effettuare la ricerca di uranio o materiali radioattivi
  • Interesse scientifico, con conseguente desideri di eseguire esperimenti nucleari
  • Corso di sopravvivenza, che prevede una preparazione per un incidente nucleare
  • Semplice passione per i gadget tecnologici, che spinge l’appassionato a provare questi strumenti per soddisfare la propria curiosità

Per approfondire la conoscenza e il funzionamento di un contatore Geiger, puoi fare riferimento al nostro articolo dedicato proprio a questo argomento.

Tipi di radiazioni rilevate da un contatore Geiger

Esistono tre tipi di radiazioni primarie associate alla radioattività. La radioattività è l’emissione spontanea di energia dal nucleo di alcuni elementi, in particolare l’uranio. Esistono tre forme di energia associate alla radioattività; radiazioni alfa, beta e gamma.

Le classificazioni furono effettuate originariamente in base il potere penetrante della radiazione attraverso la carta, l’alluminio e il piombo.

Radiazione di Particelle Alfa

La radiazione di particelle Alfa sono risultate essere dei nuclei di atomi di elio, due protoni e due neutroni legati insieme. I raggi alfa hanno una carica positiva. Le particelle alfa hanno una capacità penetrante piuttosto debole; un paio di centimetri d’aria o qualche foglio di carta possono bloccarli efficacemente.

Mentre le particelle alfa vengono fermate da un pezzo di carta, la situazione cambia una volta che la radiazione alfa è all’interno del corpo: in questo caso gli effetti sono più dannosi delle radiazioni beta o gamma. Quindi i materiali che irradiano le particelle alfa sono dannosi se ingeriti o inalati. Non sono invece pericolosi se presenti in materiali esterni al corpo umano.

Radiazione di Particelle Beta

Le radiazioni beta sono risultate essere elettroni, identici agli elettroni trovati negli atomi. I raggi beta hanno una carica negativa. I raggi beta hanno un potere penetrante maggiore dei raggi alfa e possono penetrare 3 mm di alluminio.

Le radiazioni di Particelle Gamma

Le radiazioni gamma e i raggi X sono radiazioni elettromagnetiche ad alta energia (fotoni ad alta energia). Questa radiazione ha il più grande potere penetrante. I raggi gamma ad alta energia sono in grado di passare attraverso diversi centimetri di piombo e sono rilevabili dal lato opposto.

I raggi gamma sono prodotti naturalmente dal decadimento di alcuni materiali radioattivi. I raggi X, d’altra parte, sono radiazioni artificiali utilizzate in medicina e odontoiatria. Mentre i raggi X sono radiazioni elettromagnetiche artificiali, la loro frequenza è così alta che anche la radiazione è ionizzante.

Radiazione Nucleare Naturale di Fondo

Le radiazioni nucleari sono una parte normale della nostra vita sul pianeta Terra. Ogni giorno siamo bombardati da radiazioni nucleari. Le radiazioni di fondo, provenienti da fonti naturali terrestri e raggi cosmici, faranno scattare il contatore Geiger in modo casuale un certo numero di volte al minuto.

Quando si eseguono controlli delle radiazioni per vedere se un materiale è radioattivo o contaminato da materiale radioattivo, questo conteggio della radiazione di fondo viene solitamente detratto dalla lettura per valutare se un materiale è radioattivo.

Tipi di Radiazione non rilevate da un contatore Geiger

I contatori Geiger non rilevano le radiazioni dei telefoni cellulari, le radiazioni a radiofrequenza (RF) o campi elettromagnetici (EMF). La radiazione EMF viene emessa dai trasformatori di potenza e da altri tipi di induttori elettrici di potenza. Inoltre non vengono rilevate le radiazioni emesse dai forni a microonde, né possono rilevare i neutroni.

Tipologie di Tubi di Geiger Muller

I modelli di tubi Geiger Muller più economici rilevano solo radiazioni beta, a raggi X e gamma. Quindi se il contatore Geiger scelto utilizza uno di questi tubi GM, non sarà in grado di rilevare tutte le radiazioni di particelle alfa.

I tubi GM più costosi hanno invece una sottile finestra di mica che consente alle radiazioni di particelle alfa di penetrare all’interno del tubo e ionizzare il gas per il rilevamento. In genere questa tipologia di tubi è più fragile dei tubi beta-gamma proprio a causa di questa sottile finestra.

La finestra di mica consente di rilevare la radiazione alfa da radio e polonio. Questo tipo di contatore Geiger può anche essere usato per prospezione, esperimenti e in generale per il lavoro sul campo. Inoltre, può misurare la radiazione totale da materiali, inclusa la radiazione alfa. La maggior parte dei contatori Geiger di laboratorio utilizza questa tipologia di tubo Geiger Muller.

Ciò che accomuna tutti i tipi di radiazione rilevati da questi tubi è che le radiazioni sono tutte radiazioni ionizzanti. Significa che sono in grado di ionizzare gli atomi di gas all’interno di un tubo GM che ne consente il rilevamento, come spiegato in questo articolo.

Spesso il tubo Geiger Muller si trova all’interno del dispositivo, consentendo l’utilizzo con una sola mano, lasciando l’altra mano libera.

Altrimenti il tubo si trova all’esterno del rilevatore, collegato allo strumento tramite un cavo; all’estremità è posta la sonda di rilevamento. Questo tipo di strumento è più adatto per “sondare” i livelli di radiazioni in spazi ristretti. È più facile spostare una sonda per verificare la presenza di radiazioni, che spostare l’intero strumento.

Precisione di lettura della radiazione nucleare dei contatori Geiger

I contatori geiger più comuni si possono raggruppare in due tipologie: gli analogici e i digitali. Il contatore Geiger digitale è in genere più preciso in quanto è possibile ottenere un conteggio esatto delle particelle radioattive rilevate. I misuratori analogici invece leggono solo valori medi e, non disponendo del display, non mostrano il conteggio delle particelle rilevate.

Come fare però a capire l’effettiva precisione di un rilevatore Geiger? Spesso i produttori dichiarano “alta affidabilita” e riportano percentuali di efficacia che però non sono una prova effettiva della qualità del dispositivo.

Fortunatamente il governo degli Stati Uniti ha ufficializzato una licenza standard per i contatori Geiger. Si tratta della certificazione Nuclear Regulatory Commission (NRC) per l’accuratezza. La certificazione NRC può essere eseguita solo da un laboratorio nucleare autorizzato dal governo degli Stati Uniti per eseguire tali certificazioni. Senza questa certificazione, non vi è alcun punto di riferimento per qualsiasi dichiarazione di precisione del contatore Geiger.

Quindi, se un venditore afferma che il contatore Geiger è preciso, la vera prova sarà verificare che il dispositivo disponga della certificazione NRC. In caso non ne disponga, si può stringere un accordo con il venditore che preveda la restituzione del prodotto in caso tale certificazione, se richiesta dall’acquirente, non venga rilasciata.

Per aiutarti nella scelta abbiamo pubblicato una lista dei migliori contatori Geiger dell’anno.

Ultimo aggiornamento al: 27 Febbraio 2024 18:02