Come leggere un contatore Geiger

Un contatore Geiger rileva radiazioni ionizzanti come le particelle beta e gamma; alcuni modelli rilevano anche particelle alfa. Ora vedremo come leggere un contatore Geiger.

Il componente principale del contatore Geiger è un tubo riempito con un gas che conduce elettricità quando colpito da radiazioni. Ciò consente al gas di chiudere un circuito elettrico. Questo in genere include lo spostamento di un ago o la visualizzazione di un valore rilevato su display e l’emissione di un suono udibile. I contatori Geiger possono misurare le radiazioni in differenti unità di misura, a seconda dell’utilizzo.

Prima di tutto, rileva una sorgente radioattiva piccola e nota, a circa 20 / 30 cm dall’estremità del tubo del rivelatore Geiger.

Ora attiva il contatore Geiger. Se si tratta di un modello alimentato a batteria, potrebbe avere una funzione di test della batteria che è possibile attivare ruotando una manopola o premendo un pulsante. Controlla le condizioni della batteria e sostituiscila se è debole.

Regola il contatore ruotando la manopola della sensibilità fino a quando l’ago punta nella parte principale della scala. Se la radioattività è forte, il contatore leggerà fuori scala; se troppo debole, mostrerà un numero troppo piccolo per essere letto con precisione. Anche i modelli digitali potrebbero avere una manopola della sensibilità, oppure potrebbero regolarsi automaticamente.

Attiva l’altoparlante del contatore se ne ha uno e ascolta i clic. La radiazione luminosa fa sì che il contatore clicchi ogni pochi secondi; questo è completamente normale e sicuro. Una radiazione più forte fa scattare il contatore più rapidamente. Un ronzio costante, statico, significa che i clic si verificano più velocemente di 20 volte al secondo, indicando forti radiazioni. Il contatore può anche avere una luce “sovraccarico” che segnala che la radiazione è troppo forte per la scala a cui è impostata; se ha questa funzione, regola la sensibilità fino allo spegnimento della luce.

Familiarizza con le unità che il contatore Geiger utilizza per misurare la radiazione. Ad esempio, il REM, o Roentgen Equivalent in Man, è un’unità più vecchia che misura l’effetto della radiazione sul tessuto vivente. I rilevatori d’epoca misurano in termini di millirem all’ora. L’unità più moderna, il sievert, misura anche l’effetto della radiazione sul tessuto, tenendo conto che gli organi come gli occhi sono più sensibili alle radiazioni rispetto ad altre parti del corpo. Il rilevatore può avere un interruttore che consente di scegliere tra diverse unità.

Leggi la lettura visiva, se ce n’è una. Contatori Geiger che hanno letture del contatore in CPM, ovvero Conteggi o Clic al minuto, imitano i clic udibili in forma visiva. Il CPM è l’unità normalmente utilizzata per misurare le radiazioni alfa e beta.

Attenzione

Il dosaggio massimo raccomandato di radiazioni è 5.000 mR / anno per i lavoratori delle radiazioni negli Stati Uniti e 200 mR / anno per i non lavoratori.

Non rimanere vicino a forti sorgenti di radiazioni per periodi prolungati. Un’esposizione grave può provocare lesioni cutanee simili a scottature solari, perdita di capelli e altre gravi conseguenze.

Consulta un esperto se hai domande su particolari sostanze radioattive o sorgenti di radiazioni.

Ultimo aggiornamento al: 4 Ottobre 2023 8:27